Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.

Gusto, tradizione e qualità per i tuoi occhiali.

Con il post di oggi andremo oltre i trend dell’estate 2015 e non sarà solamente la bellezza o la praticità dell’occhiale a dettare i canoni di interesse ma metteremo l’accento su un prodotto 100% Made in Italy.
In un periodo storico-economico come il nostro, dove le spinte per spostare la produzione all’estero sono notevoli, vogliamo sottolineare come Trisottica, azienda trevigiana - cinque soci, settanta dipendenti e una consolidata esperienza nella produzione di occhiali a marchio del cliente – scelga ancora con coraggio l’Italia, facendone il suo punto di forza, garantendo una qualità fatta di esperienza, tradizione e alta professionalità.

 

Non perdere le nuove linee made in Italy!

Passa a trovarci per conoscere le collezioni 2015.

Intagli – lavorazione dedicata e ispirata a quelle realizzate a mano negli anni ’50 in Francia, dove la manualità e l’abilità dell’artigiano si combinavano con texture colorate e variopinte. Oggi il processo produttivo viene realizzato dalle innovative macchine di Trisottica, la lavorazione artigianale è stata sostituita da precisi calcoli, frutto di competenze professionali di altissimo livello. La collezione vanta un’ampia gamma di colori, ottenuti incollando lamine di diverso colore e spessore, per riprendere effetti simili alle iridescenze della madreperla.

Mosaico – una linea realizzata grazie a tavolette di acetato – materiale ricavato dalla cellulosa in grado di garantire colorazioni e sfumature – da cui si ricavano il frontale e le aste che vanno a combinarsi con inserti di tonalità studiate appositamente per ricreare l’effetto mosaico. Ogni montatura è unica. La struttura è sottile e di poco volume, adatta ad una clientela maschile, quanto femminile.

Ceselli – nome che rimanda alla tradizione orafa. L’idea è stata quella di sperimentare la tecnica della diamantatura – usata per ornare gioielli e ori – sull’acetato. In questo modo i differenti disegni, profondità, densità e inclinazione delle incisioni conferiscono diversi effetti di luce all’occhiale, tanto da farli sembrare tempestati di strass o da richiamare le texture di tessuti e pietre.

Fusioni – cavallo di battaglia di Trisottica, questa tecnica richiede molto tempo e dopo anni di ricerca ed esperienza ha reso possibile combinazioni di colori diversi di acetato.

Vi abbiamo incuriosito?
Sostenete il Made in Italy, scegliete la qualità!