Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.

Come ti prendi cura di loro?

I preparativi in vista dell’estate sono frenetici: diete ferree, acquisti all’ultima moda e prove costume la fanno ormai da padrone.
E gli occhi?
Vi state prendendo cura di loro?
Prima di partire vi consigliamo un ‘tagliando’ di controllo. Perché?
La quotidianità ci vede spesso e volentieri passare ore ed ore davanti a computer, tablet e smartphone.

Queste attività sono entrate a far parte in pianta stabile della nostra routine ma sono abitudini molto pericolose per la nostra vista e i nostri occhi.
Ecco allora che è fondamentale eseguire visite oculistiche per evitare l’insorgere di problemi anche gravi.
Quale momento migliore se non prima di partire per le vacanze e rilassarsi al sole dopo un anno di lavoro?
Inutile dire che l’occhio va difeso da agenti esterni, come i raggi UV, e da un uso sbagliato che facciamo della vista, sforzandola eccessivamente.
Ecco un breve riassunto di quando e con che frequenza consultare un oculista per un controllo periodico:

Età Periodicità dei controlli Cosa cerca l’oculista
0/1 anno 1 controllo annuo malattie oculari congenite
2/6 anni 2 controlli annui ametropie, strabismi, ambliopie, patologie oculari infantili
età scolare 6/18 anni ogni 2 anni ametropie, strabismi, ambliopie, patologie oculari giovanili
dai 18 ai 39 anni  ogni 2 anni   patologie oculari soprattutto se presenti fattori di rischio (familiarità, ambiente di lavoro, ecc.)
40/65 anni   ogni 2 anni   prevalentemente glaucoma, retinopatia diabetica
oltre i 65 anni  ogni anno soprattutto cataratta, degenerazione maculare

 

E voi da quanto non andate dall’oculista?

Anche l’occhio ha la sua età e in base ad essa si modifica.
Qualche notizia utile:
- Adolescenza –
è un periodo difficile per tutti. Tra gli 11 e i 18 anni il nostro corpo cambia velocemente e così anche i nostri occhi. Il sistema visivo si adatta alle richieste ambientali e allo stile di vita, motivo per cui spesso si presentano i primi problemi di vista.
- 20/40 anni –
Sono gli anni in cui il lavoro occupa gran parte della giornata e con esso monitor e smartphone. Da tenere sotto controllo eccessivi affaticamenti, è consigliato l’uso di occhiali da vista rilassanti.
- 40 anni –
raggiunta la quarantina bisogna prestare particolare attenzione alla pre-presbiopia, il momento che precede la presbiopia vera e propria, ovvero la difficoltà a mettere a fuoco da vicino.
- terza età –
La cataratta è uno dei principali problemi che possono insorgere in età non più giovanissima. Anche la degenerazione maculare senile deve essere tenuta sotto controllo, motivo per il quale si consiglia una visita all’anno.

Prenditi cura della tua vista, consulta il tuo oculista prima di partire per le vacanze!